Requisiti di partecipazione: la qualificazione delle stazioni appaltanti

 

Il termine “qualificazione” nel nuovo codice degli appalti e delle concessioni assume un significato polivalente: indica i requisiti che gli operatori economici devono possedere ai fini dell’ammissione alle gare, ma ancor prima i requisiti che le stesse stazioni appaltanti devono avere per indire gare ed effettuare direttamente acquisti sul mercato elettronico per importi superiori alle soglie minime e inferiori a quelle comunitarie, senza doversi aggregare ad altre stazioni appaltanti “qualificate”.

All’ANAC spetta anche di valutare il possesso dei requisiti di qualificazione e di tenere il registro delle stazioni appaltanti “qualificate”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.