DURC settore edile e crisi aziendale

 

 Importanti modifiche alla disciplina del DURC sono intervenute dopo la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del 19 ottobre 2016 n. 245 del decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali del 23 febbraio 2016.

Ecco le principali novità:

1) Per tutte le imprese che applicano il CCNL del settore edile, a prescindere dall’effettiva attività esercitata, il DURC deve attestare la regolarità nei confronti di INPS, INAIL e Cassa Edile;

2) In caso di fallimento o liquidazione coatta amministrativa con esercizio provvisorio l’impresa si considera regolare con riferimento agli obblighi contributivi nei confronti di INPS, INAIL e Casse edili scaduti anteriormente alla data di autorizzazione all’esercizio provvisorio, a prescindere dalla effettiva insinuazione dei relativi debiti ;

3) In caso di amministrazione straordinaria l’impresa si considera regolare con riferimento ai debiti contributivi nei confronti di INPS, INAIL e Casse edili scaduti anteriormente alla data del decreto di apertura della medesima procedura, a prescindere dalla effettiva insinuazione dei relativi debiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.