Durc e regolarizzazione

 

DURC – Non è consentita regolarizzazione dopo presentazione offerta.

 

Consiglio di Stato, Adunanza plenaria, 29 febbraio 2016, n. 6

Anche dopo l’entrata in vigore dell’art. 31, comma 8, del decreto legge 21 giugno 2013 n. 69, (Disposizioni urgenti per il rilancio dell’economia), all’impresa non è consentito regolarizzare la posizione previdenziale dopo la presentazione dell’offerta per cui ancor prima è necessario che l’impresa sia in regola con l’assolvimento degli obblighi assistenziali e previdenziali e conservare tale stato per tutta la durata della procedura di aggiudicazione e del rapporto con la stazione appaltante.

L’invito alla regolarizzazione, il cosiddetto preavviso di DURC negativo, può operare solo nei rapporti tra impresa ed ente previdenziale, ossia con riferimento al DURC chiesto dall’impresa per la verifica della veridicità dell’autodichiarazione ai fini della partecipazione alla gara d’appalto.

Dunque sussiste l’obbligo di regolarità fin dalla domanda di partecipazione alla gara d’appalto e la procedura di regolarizzazione deve essere anteriore all’emissione di DURC negativo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.